Perdersi in saluzzo (lost in saluzzo)

Perdersi in saluzzo (lost in saluzzo)

150,00

€ 150 / persona include:
1 notte/2 giorni in camera doppia presso Hotel di charme
colazione a buffet
2 giorni di noleggio e-bike con consegna e riconsegna in hotel
tessera musei con ingresso a Museo Casa Cavassa, salita alla Torre Civica, ingresso alla Castiglia
degustazione di prodotti tipici e di vino in Valle Bronda
il nostro libro Véloviso con 160 pagine di itinerari nelle Valli del Monviso, la mappa, le tracce GPS
la nostra assistenza.

Disponibile

Clear dates

Descrizione

Saluzzo, antica capitale del Marchesato, potente e bellissima è oggi uno dei borghi più belli d’Italia: custodisce un cuore segreto, il centro storico arrampicato sulla collina che guarda al Monviso, il Re di Pietra, un centro antico fatto di mura rosse fuoco che acquistano sfumature più intense al calar del sole, di torri antiche che paiono voler protendere al cielo i gloriosi simboli della città, di atmosfere che avvolgono i ripidi e odorosi vicoli acciottolati.

Per rendere il vostro soggiorno indimenticabile, al Relais troverete le nostre e-bike che potrete utilizzare per due giornate intere. «Raccomandiamo fortemente di perdervi» a Saluzzo e nelle sue bellissime valli: avrete a vostra disposizione una tessera Musei che vi darà accesso alla Castiglia, l’antico castello del Marchese oggi Museo e pinacoteca, ammirerete la straordinaria Madonna del Manto di Hans Clemer nella rinascimentale Casa Cavassa, salirete sulla Torre per respirare a pieni polmoni la bellissima atmosfera della città. Vi aspettano chiostri ombrosi, passaggi porticati, chiese e torri che delimitano l’orizzonte e l’imponente piramide del Monviso che svetta alle spalle.

La fuga dalla città aiutati dalla vostra bicicletta a pedalata assistita non può che essere in direzione della Valle Po se avete buona gamba, fino al Pian del Re dove nasce il fiume più lungo d’Italia passando attraverso borghi dove il tempo sembra essersi fermato come Ostana. Se invece volete scoprire la Valle Bronda, distante pochi km da Saluzzo, vi aspettano distese di alberi dei famosi e dolcissimi «ramasin», vigne superbe dove si produce il Pelaverga delle Colline Saluzzesi. Qui vi aspetta una degustazione, accolti da una famiglia di piccoli produttori agricoli.